Seleziona una pagina

Le nuove frontiere dello Smart Lighting passano attraverso il controllo e la gestione intelligente della luce. Le strategie di controllo dell’illuminazione, ad esempio la regolazione, la dimmerazione, il rilevamento della presenza di persone, l’uso di sensori di luminosità, la programmazione e l’integrazione di tende motorizzate e automatizzate per regolare la luce naturale, permettono innumerevoli vantaggi: risparmi energetici, risparmi economici e aumento della produttività e del comfort. Last but not least la flessibilità che questi sistemi ci consentono di applicare agli ambienti, che possono essere riconfigurati senza necessità di modificare i collegamenti elettrici.

L’americana Lutron è un’azienda leader nel settore dei sistemi di controlloe gestione della luce con prodotti wireless e tecnologia ClearConnect, che abbatte il rischio di possibili interferenze e rende finalmente affidabile la tecnologia “senza fili”. La multinazionale, da sempre all’avanguardia nei sistemi di governo della luce, ha da pochi anni introdotto un’ampia famiglia di prodotti, tra cui ad esempio Pico: un sistema composito costituito da placche, interruttori e sensori di presenza e luminosità completamente wireless, capace di adattarsi al contesto e modificarsi al divenire delle esigenze distributive. L’assenza pressochè totale di cablaggio rende queste soluzioni facili da progettare e adatte sia per nuove costruzioni sia per ristrutturazioni o retrofit di impianti esistenti.

In una società contemporanea dove tutto è mutabile e variabile, anche lo spazio abitato segue questo paradigma e così i suoi subsistemi. La casa, gli hotel e l’ufficio diventeranno a breve senza fili. I sistemi wireless come questo porteranno a un crescente abbattimento dei costi di lavorazione e d’installazione di un impianto. I cantieri di nuova costruzione o di rinnovo, pieni di polvere, calce o corrugati, saranno un ricordo del passato, al termine dei lavori ogni modifica sarà solo una questione di minuti. Nel caso di interventi di ristrutturazione importanti, l’utilizzo di prodotti wireless come Pico sono davvero risolutivi, in quanto non è più necessario rompere i muri e fare le tracce per il nuovo impianto, ma è sufficiente prevedere dove sistemare le placche, in corrispondenza dei cablaggi a parete, fissare il sostegno e alloggiare i pulsanti. Questo permette interventi molto meno invasivi e una più veloce riconsegna degli ambienti.

TRAIANO LUCE INSIEME A LUTRON: IL PROGETTO GREEN PEA

Un case study emblematico di applicazione di questo sistema è Green Pea, il centro commerciale interamente eco-sostenibile di Oscar Farinetti, l’inventore di Eataly: cinque piani e quindicimila metri quadrati dove si compreranno auto, vestiti, energia e mobili, tutti in chiave verde. Qui Traiano Luce e Lutron hanno collaborato per rispondere alla necessità di progettare un sistema di illuminazione flessibile e dinamico. Il numero di corpi illuminanti in gioco era molto elevato, per non parlare della diversità tipologica degli stessi, anche come case produttrici. Il sistema Lutron è stato la carta vincente; grazie alla sua flessibilità di impiego e soprattutto alla facilità di utilizzo da parte dell’utente finale, in grado di gestire il proprio impianto di illuminazione senza alcun problema. È stato progettato un impianto per la gestione generale, ma che permette anche un controllo particolare dei singoli spazi in affitto, con una velocità di riconfigurazione prima inimmaginabile. Inoltre, Pico dà la possibilità, al singolo operatore, di controllare il proprio stand; indipendentemente dal contesto generale, ognuno può comandare la propria luce. E in caso di cambio di gestione, e quindi di scenario, è possibile reimpostare tutto molto velocemente e a centro aperto. La tecnologia, a volte vista come invadente, se usata con intelligenza mette a disposizione strumenti preziosi ed efficaci, portatori di efficienza. E come ripeteva Henry Ford, “c’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti”.